• strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/archeoti/public_html/modules/views/views.module on line 906.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/archeoti/public_html/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/archeoti/public_html/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/archeoti/public_html/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.

Vittorio Fronza

Vicepresidente della società

Vittorio Fronza (Merano-BZ, 1971) ha compiuto tutto il suo percorso di studi e di ricerca all'interno del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell'Università degli Studi di Siena. Dal 1995 svolge attività a tempo pieno presso il Laboratorio di Informatica Applicata all’Archeologia Medievale (LIAAM), con mansioni di responsabile per il database management e lo sviluppo software. Si laurea nel 1998 in Lettere Moderne con tesi in Archeologia Medievale, nel 2005 consegue il titolo di Dottore di Ricerca e dal 2007 è cultore della materia per il settore scientifico disciplinare L-ANT/08 (Archeologia cristiana e medievale). Attualmente è titolare di un assegno di ricerca incentrato su case e villaggi nell'altomedioevo italiano.
È docente a contratto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'ateneo senese dall'A.A. 1999-2000, senza soluzione di continuità; è stato titolare di insegnamenti diversi ma sempre inerenti l'ambito delle applicazioni informatiche per le humanities (con particolare riferimento all'archeologia e ai beni culturali in genere).
Dal 1996 ad oggi è stato responsabile di settore su diversi scavi dell'Università di Siena, fra i quali Poggio Imperiale a Poggibonsi (SI), castello di Miranduolo (Chiusdino – SI), Siena-Santa Maria del Carmine, Siena-Duomo, Rocca di Staggia (Poggibonsi – SI).
Dal 1997 è stato in più occasioni titolare di borse di studio e contratti di collaborazione aventi per oggetto soprattutto lo sviluppo di sistemi informativi per l'archeologia e lo studio dell'edilizia in materiali deperibili fra età tardoantica e altomedioevo.
A partire dal 2000 ha partecipato come collaboratore a programmi di ricerca dell'Università di Siena, sia di ambito locale (progetti di ateneo, progetti finanziati o co-gestiti da fondazioni bancarie, progetti finanziati su fondi regionali), sia nazionali (progetti PRIN). Dallo stesso anno è socio della Società degli Archeologi Medievisti Italiani (SAMI), della quale è anche membro del collegio dei sindaci revisori per il quadriennio 2008-20111.
Ha partecipato come relatore a oltre 20 convegni nazionali e internazionali (dal 1997 in poi); è autore di 1 curatela di volume miscellaneo e 28 contributi scientifici (dal 1996 in poi).

 

Linee di ricerca

  • Aspetti teorici e metodologici dell’archeologia postclassica:
    - informatica applicata all’archeologia, con particolare riferimento a modellazione concettuale del dato archeologico, database management, sviluppo di sistemi informativi per l’archeologia
    - approccio analitico teso a combinare analisi quantitative (statistiche e spaziali) e qualitative (empirico/intuitive)
    - studio dei depositi stratigrafici di contesti altomedievali
  • Storia degli insediamenti rurali fra tardoantico e altomedioevo
    - trasformazioni degli insediamenti rurali tra tarda antichità e altomedioevo
    - formazione del villaggio altomedievale
    - edilizia in materiali deperibili in contesti rurali e urbani