Archeòtipo s.r.l. - Servizi per i Beni CUlturali

La società Archeòtipo nasce come spin off dell’Università di Siena al termine di una pluriennale sperimentazione dei fondatori nel campo dell’archeologia e dell’informatica applicata ai Beni Culturali.

Il progetto imprenditoriale mira a proporre sul mercato un’azienda, caratterizzata da una spiccata poliedricità dei servizi, capace di interpretare il lungo processo di acquisizione, processamento e diffusione del sapere archeologico secondo le più innovative tecnologie e le più moderne tendenze dell’informazione e della comunicazione.

Si rivolge ad un’utenza rappresentata da amministrazioni pubbliche, con le quale i soci vantano collaborazioni continuative, ma anche da privati con proposte di pacchetti di servizi personalizzabili in base alle specifiche esigenze: potrà essere offerto tanto un supporto alla progettazione quanto la realizzazione vera e propria di prodotti che spaziano dalle tradizionali attività da campo all’acquisizione ed elaborazione dati attraverso periferiche specializzate, alla creazione di banche dati informatizzate, alla composizione di progetti editoriali e multimediali, alle web-applications all’organizzazione di eventi culturali e di tipo living history, alla didattica per le scuole primarie e secondarie e a proposte di turismo culturale.

Archeòtipo è una spin off dell’Università di Siena che intende proporre sul mercato dei Beni Culturali una soluzione capace di supportare il lungo processo di acquisizione, processamento e diffusione del sapere archeologico, fortemente improntata ad una gestione del dato tradizionale secondo le più innovative tecnologie e secondo le più moderne tendenze dell’informazione e della comunicazione.

L’elemento originale ed innovativo dell’azienda è la poliedricità nell’offerta di servizi, maturata in oltre 15 anni di attività dall’equipe del LIAAM (Laboratorio di Informatica Applicata all’Archeologia Medievale - Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti); il laboratorio ha infatti rappresentato a livello internazionale un esempio di sperimentazione ed innovazione nel campo dell’utilizzo delle applicazioni informatiche per l’archiviazione, il trattamento e divulgazione del dato archeologico, lavorando in alcuni dei casi di studio fra i più noti a livello europeo per le dinamiche di formazione ed evoluzione del paesaggio rurale fra VII e X secolo quali il villaggio di Poggio Imperiale a Poggibonsi (Siena) ed il castello di Miranduolo (Chiusdino, Siena).

Sostanzialmente, Archeòtipo risponde alle necessità della richiesta nell’ambito dei Beni Culturali in quanto rappresenta una soluzione immediata e molto agevole per il cliente che, grazie al complesso dell’offerta aziendale, può delegare tutti gli aspetti collegati alla comunicazione e all’integrazione di più soggetti con competenze e formazione distinte, evitando la necessità di stabilire un link fra varie professionalità.